Carcere e interdizione dai pubblici uffici a San Marino per il voto di scambio

Mentre in Italia le associazioni e i magistrati chiedono a gran voce che venga estesa la punibilità per il reato di voto di scambio (che non viene tuttora considerato tale a meno che non si dimostri l’esistenza di uno scambio di favori che implichi un vantaggio economico tra il candidato e le cosche mafiose), a San Marino grazie all’impegno della fondazione che ricorda il giudice Antonino Caponnetto è appena entrata in vigore la legge che sancisce il principio per cui:

“Chiunque, al fine di procurare voti a sé o ad altri in occasione di consultazioni elettorale offre, chiede ovvero accetta di ricevere l’appoggio o il sostegno elettorale di soggetti appartenenti a un’associazione di tipo mafioso, è punito con la prigionia di quarto grado e con l’interdizione di terzo grado dai pubblici uffici, dai diritti politici, dalla professione o arte.”

Legge sul voto di scambio a San Marino

Legge sul voto di scambio a San Marino

Nella speranza che le analoghe richieste vengano accolte nel nostro Paese rimaniamo in attesa. Per quanto ancora?

Annunci

Informazioni su Pix

"Sir, how does a man die when he's deprived of the consolation of literature?" "In one of two ways," he said, "petrescence of the heart or atrophy of the nervous system." [Kurt Vonnegut, Cat's Cradle]
Questa voce è stata pubblicata in legge, Libro, news e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...